Cerimonia Quarta Edizione Premio Letterario Nazionale Federico De Roberto 17 aprile 2021

Ieri in modalità zoom meeting si è svolta la Quarta Edizione del Premio Letterario Nazionale Federico De Roberto. Nato quattro anni fa come una delle numerose attività culturali organizzate dalla Onlus Turrisi Colonna, il Premio De Roberto via via si è sempre più affermato nel panorama letterario italiano ed è diventato per molti poeti e narratori un appuntamento atteso. Molto numerosi e provenienti da tutte le regioni d’Italia i partecipanti al bando del concorso, di alto livello i componimenti in prosa e in poesia pervenuti alla commissione giudicatrice. I vincitori del concorso hanno ricevuto una targa, una pergamena e un oggetto in ceramica dipinto a mano, pezzo unico. La Commissione giudicatrice è stata costituita da

Anna Maria Di Falco Presidente

Tatiana Bellofiore Componente

Rosaria Sambataro Componente

Francesco Rizza Componente e Segretario

Di seguito le sezioni, i nomi dei vincitori e i titoli delle opere.

Sez B Poesia Studenti scuola secondaria di II grado

Continuare ad annegare in anni infranti di Federico Tomasi di Tarzo (TV) : menzione d’onore

Sez C Poesia Adulti

Cliniche di Elisabetta Liberatore di Pratola Peligna (AQ): I premio

E’ infinito sentore di Alberto Lotti di Forlì: II premio

Panchina di Daniela Trovato di Acireale (CT): III premio

Nel tempo di un attimo di Sergio Belvisi di Fagnano Olona (VA): menzione alla memoria

Sez D Poesia in vernacolo

S’unica peraula de amore di Stefano Baldinu di San Pietro in Casale (BO): I premio

Di jornu chianci di Calogero Sorce di Venaria Reale (TO): II premio

Ad record acsé di Franco Tagliati di Guastalla ( RE): III premio

Sez E Racconto scuola secondaria I grado

Una casa per tutti di Rolando Perni di Cosenza: menzione d’onore

Sez F Racconto scuola secondaria II grado

Mr Fitz di Camilla Costanzo di Milano: menzione d’onore

La certezza del dubitare di Michela Aiello di Biancavilla (CT): menzione

Sez G Racconto Adulti

Eco di trincea di  Monica Schiaffini di Casarza Ligure (GE): I premio

Dachau di Bruno Coveli di Villalagarina (TN): II premio

Il succo dolceamaro della vita di Lia Grisola di Saracena (CS): III premio

Et legatum et oleum chrismatis di  Roberta Mezzabarba di Viterbo: menzione d’onore

Premio assoluto Federico De Roberto

E, come riflesso, la porta in mogano massiccio di Enrico Cincotti di Molfetta (BA)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi